Trasformare l’acqua in vino? Due enologi inventano un metodo per farlo in 15 minuti!!

Due enologi, Mardonn Chua e Alec Lee, sono riusciti, ad inventare un prodotto chimico che trasforma l'acqua in vino. Ecco come ci sono riusciti...

 Seguici su Facebook
153

vinoDopo molti secoli dall’inizio del suo primo utilizzo, il vino è una bevanda considerata ancora di grande importanza nella società moderna.

Più pregiata e raffinata di molte altre bevande, ad esempio della birra, il vino viene principalmente consumato durante i pasti principali, e il suo colore viene selezionato accuratamente in base ai cibi che accompagna.

Nonostante sia ormai facile da realizzare e reperibile in tutti i supermercati, due enologi hanno pensato bene di dar vita a quello che molti hanno definito un vero e proprio “miracolo”.

Nel Vangelo si racconta, infatti, di come una delle opere incredibili di Cristo sia stata quella di trasformare l’acqua in vino durante le nozze di Cana; ai nostri giorni, però, nonostante le innovative tecnologie ormai diffuse, non sembrava ancora possibile emulare ciò che era stato compiuto da Gesù.

Due enologi, invece, Mardonn Chua e Alec Lee, ci sono riusciti, inventando un processo chimico in grado di trasformare l’acqua in vino. Il risultato è un vino di tipo sintetico ed è realizzabile in soli 15 minuti: per creare la miscela, sono necessari etanolo, alcuni additivi alimentari che possiedono il sapore del vino e naturalmente l’acqua.

Il loro vino è davvero alla portata di tutti, costa meno di un vino tradizionale, non contiene né uva né altri tipi di frutta, e ciò la rende una bevanda perfetta per coloro che risultano allergici a questo vegetale.

Alcuni sommelier hanno assaggiato i vini, sostenendo che siano facili da riconoscere come sintetici e abbiano un gusto che ricorda la plastica. Ma Lee e Chua non si sono fatti scoraggiare, e sono certi che la loro invenzione avrà un grosso successo sul mercato.

POTREBBERO INTERESSARVI...