Perchè la Juventus veste bianconero? In pochissimi lo sanno…

La Juventus è una squadrà con milioni di sostenitori in tutto il mondo. Ma in pochissimi sanno perchè veste bianconero. Ecco il curioso episodio che diede inizio alla storia bianconera della vecchia signora d'Italia.

 Seguici su Facebook
205

notts countyIn origine, fin dagli esordi dei primi del 1900, la Juventus, celebre società calcistica Torinese, che da lì in poi avrebbe scritto pagine importanti della storia dello sport italiano, indossava divise da gioco rosa e nere.

In seguito, e qui ci sono diverse leggende a riguardo, fu scelta la colorazione standard, insomma il completino canonico, quello che rappresenta il club a pieno e lo identifica in giro per il mondo, ovvero il bianco e il nero.

Ma perché proprio questo abbinamento cromatico? La divisa della squadra, infatti, era inizialmente rosa con “cravatta” nera (i colori sociali del liceo Massimo D’Azeglio), è dal 1903 che si “converte” alla casacca a strisce dopo aver acquistato uno stock di magliette dall’Inghilterra su consiglio di John Savage, (il primo calciatore straniero della storia bianconera). Savage aveva chiesto ad un amico di Nottingham di spedirgli un kit di divise del Nottingham Forest, l’amico di Savage era un fan del Notts County e inviò le divise della sua squadra del cuore, dal quel giorno ebbe inizio la storia bianconera della vecchia signora d’Italia.

Da qui la decisione di “vestire” i calciatori con casacche a striscie verticali, ovviamente bianconere. I due colori, dovevano simboleggiare nell’immaginario collettivo i valori, in campo e fuori, di purezza ed autorità, della società torinese, in modo da incutere timore e rispetto negli avversari.

Con il passare dei decenni, altresì, ci fu l’introduzione sia dei numeri sul retro delle maglie, che dello stemma societario, che ne racchiudeva, in realtà ben tre: il nome del club “Juventus”, i colori ufficiali “il bianco e il nero” ed il Toro rampante (icona della città di Torino).

Anche su questo aspetto, però, ci sono diverse scuole di pensiero, poiché per molto tempo, l’animale, fu sostituito da una zebra.

Condividi
POTREBBERO INTERESSARVI...